Mastoplastica additiva Zola Predosa

Mastoplastica Additiva Zola Predosa

Con l'intervento al seno di Mastoplastica Additiva ora puoi avere un seno perfetto

Che cosa è la Mastoplastica Additiva Zola Predosa

mastoplastica additiva Zola Predosa - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Zola Predosa è l’intervento di chirurgia estetica per l'aumento del volume del seno ed il suo sollevamento.

 

Argomenti trattati
  1. Che cosa è
  2. Quando è indicata
  3. Quali sono le cause nella variazione del seno
  4. A che età effettuarla
  5. Le Protesi Mammarie
  6. La sicurezza delle protesi
  7. Quali forme di protesi esistono
  8. La visita pre-operatoria
  9. L'intervento
  10. I tempi di recupero
  11. Conclusioni

 

1. Che cosa è la Mastoplastica Additiva Zola Predosa

mastoplastica additiva Zola Predosa - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Zola Predosa è un vero e proprio intervento chirurgico il cui obiettivo è quello di aumentare il volume del seno, e questo è possibile utilizzando protesi in gel di silicone. Gli effetti estetici sono immediatamente visibili subito dopo l’intervento, e si tratta pur sempre di una parte estetica del corpo femminile molto evidente e determinante per la silhouette del corpo. Tutti questi motivi determinano il grande successo di questo intervento di chirurgia estetica, che ne fanno uno dei più richiesti dalle donne.
E’ importante che le donne interessate a questa importante modifica del corpo si rivolgano a Chirurgi Estetici e Plastici di indubbia professionalità ed esperienza, come il Dr. Giovanni Urso.

2. Quando è indicato l’intervento di Mastoplastica Additiva Zola Predosa

mastoplastica additiva Zola Predosa - Dr. Urso

Questo particolare tipo di intervento chirurgico comporta l'aumento del volume del seno, con il suo modellamento in maniera naturale e quindi estetica.
E' solitamente consigliato dal Chirurgo Estetico nei seguenti casi:

• Seno troppo piccolo
• Dopo l'allattamento il seno ha perso volume
• Le mammelle sono diverse l’una dall’altra
• Variazione di volume e forma dopo un dimagrimento
• Perdita di volume e di tonicità del seno
• Svuotamento e rilassamento del seno
• Seno con volume diverso l’uno dall’altro (in questo caso si definisce asimmetria mammaria)
• Mammelle dalle forme o con proporzioni che non soddisfano la paziente
• Disagio fisico e psicologico

3. Quali sono le cause nella variazione dell’aspetto del seno?

mastoplastica additiva Zola Predosa - Dr. Urso

A parte il disagio fisico e psicologico che può comportare un seno piccolo o non proporzionato, disagio che si riscontra solitamente nella prima adolescenza, ci sono cause ben specifiche da considerare.
Il seno può apparire più piccolo, svuotato o più rilassato principalmente dopo una gravidanza, come conseguenza dell’ allattamento, dopo forti ed importanti dimagrimenti o molto più semplicemente per l’avanzare del tempo.

4. A che età si può effettuare la Mastoplastica additiva Zola Predosa

Il limite di età minima nella quale la paziente può sottoporsi a tale operazione è 18 anni, l’età quindi in cui il seno è completamente sviluppato. Mentre per il limite massimo di età per l’innesto delle protesi al seno, questo dipende dal grado di elasticità della cute e dlla sua stessa resistenza.

5. Le protesi mammarie in mastoplastica additiva - come sono fatte

mastoplastica additiva Zola Predosa - Dr. Urso

Le protesi che oggi giorno vengono impiantante nel corso dell’operazione di aumento del volume del seno hanno lo spessore della parete particolarmente spesso, annullando in tal modo la possibilità di contrattura della capsula. La protesi del seno si presenta con un involucro spesso composto di silicone ruvido, con all’interno gel di silicone o di Idrogel, soluzione salina o altre sostanze, di altissima qualità. L’interno si presenta compatto con caratteristiche coesive molto elevate. Per tale motivo sono stati eliminati i rischi (già alquanto improbabili) di rottura delle protesi, come si diceva per le protesi di prima generazione.

6. Le protesi usate nella mastoplastica additiva Zola Predosa ora sono sicure ed eterne

Le protesi di ultima generazione sono contraddistinte dalla assoluta sicurezza e dalla loro durata illimitata. Non è quindi più necessario effettuare sostituzioni programmate dopo un lungo lasso di tempo. L’unico motivo per la sostituzione riguarda le protesi di vecchia e vecchissima generazione.
Inoltre molti studi clinici hanno già ampiamente dimostrato la completa innocuità delle protesi. Inoltre le stesse protesi sono non oppongo resistenza visiva in caso di ecografia o mammografia.
In ultimo, ma assolutamente rilevante, le protesi al seno non interferiscono minimamente con l’allattamento del neonato.

7. Quali forme di protesi esistono

Oggi giorno l’offerta di protesi del seno è ampiamente diversificata. Le stesse aziende produttrici propongono nuove forme e nuove dimensioni al fine di adattare le protesi alla silhouette di ciascuna paziente. Possiamo quasi dire che la produzione è quasi personalizzata.
Per quanto riguarda le forme delle protesi, ad oggi sono presenti:

• la forma rotonda, diversificata in basso, medio ed alto profilo)
• la forma a goccia, chiamate anche protesi anatomiche

L’obiettivo principe è sempre lo stesso: aumentare il volume del seno certamente, ma mantenendo un effetto assolutamente naturale.

8. L'intervento di mastoplastica additiva Zola Predosa - La visita pre-operatoria

mastoplastica additiva Zola Predosa - Dr. Urso

Per procedere all’esecuzione dell’intervento, il Dr. Giovanni Urso incontra in una prima visita la paziente. E’ importante infatti conoscere le aspettative ed i desideri per proporre la soluzione migliore, adatta alla paziente stessa. Si tratta quindi di un colloquio in cui si prospettano soluzioni mirate ed assolutamente personalizzate, dove il Chirurgo mostra le protesi più idonee all’intervento sia in termini di forma che di dimensioni. Inoltre espone in sintesi le dinamiche dell’intervento ed i risultati di questo intervento. Vengono poi richiesti esami ed analisi specifiche per l’intervento, e fissato il giorno in cui eseguirlo.

9. L’intervento di mastoplastica additiva Zola Predosa

Questo viene eseguito sempre presso strutture sanitarie abilitate e certificate, unitamente ad un Team di specialisti ed assistenti che affiancano l’attività chirurgica del Dottore.
Solitamente l’intervento viene effettuato in regime di anestesia generale, ed appunto per questo è necessaria la presenza di un anestesista per tutto il corso dell’operazione.
La durata media dell’intervento è generalmente di una ora e mezza, e viene eseguito in regime di day hospital.
Dopo che la paziente è sedata, il Chirurgo procede ad eseguire delle incisioni nella zona sottomammaria o periareolare. La posizione delle cicatrici consento di nasconderle facilmente. Infatti la cicatrice sottomammaria viene nascosta nel solco mammario, mentre la cicatrice che sarà presente nella zona della areola si nascoste facilmente per via della differenza di colore.

L'intevento (segue)

Il Chirurgo sceglie il tipo di incisione da eseguire e quindi la zona su cui intervenire, a seconda delle caratteristiche fisiche della persona e delle dimensioni della protesi scelta per l’innesto.
Il Chirurgo procede successivamente alla creazione di una tasca nella quale alloggerà la protesi, solitamente nella zona sottomuscolare e sottoghiandolare. Tale scelta determina il grande vantaggio di garantire un risultato più naturale ed armonico del seno. Le suture vengono effettuate con fili riassorbibili che pertanto non devono essere poi rimossi.
Al risveglio della paziente, a questa viene fatto indossare un reggiseno contenitivo che si consiglia di portare per un mese.

10. I tempi di recupero dopo la mastoplastica additiva Zola Predosa
mastoplastica additiva Zola Predosa - Dr. Urso

Dopo l’intervento è normale che le mammelle siano lievemente gonfie e ancora poco mobili. Questi effetti scompaiono nel giro di qualche settimana, ed il seno avrà un aspetto voluminoso ma naturale.
Se le protesi sono state posizionate sotto la ghiandola mammaria, i tempi di recupero sono brevi, in pratica qualche giorno. Se le protesi sono state inserite nella zona sotto muscolare, allora sono necessarie alcune settimane prima di praticare attività fisica.

11. Conclusioni sulla mastoplastica additiva Zola Predosa

In conclusione, questo intervento è dedicato a tutte le donne che sono stanche di avere un seno piccolo, asimmetrico (quindi una mammella diversa dall'altra), flaccido e cadente. Per ritrovare la forma del seno perfetto, riaverlo tonico, voluminoso e più sodo, questa è certamente la soluzione migliore, e soprattutto definitiva.

Chiama subito! 338 829 7929

Dr. Giovanni Urso. Per appuntamenti, consulti e informazioni sulla tua bellezza!

Urso Chirurgia Estetica

Telefono:

Indirizzo:

via Andrea Costa, 160 - Bologna

Contattaci

Ti rispondiamo entro poche ore

Mastoplastica additiva Sasso Marconi

Mastoplastica Additiva Sasso Marconi

Con l'intervento al seno di Mastoplastica Additiva ora puoi avere un seno perfetto

Che cosa è la Mastoplastica Additiva Sasso Marconi

mastoplastica additiva Sasso Marconi - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Sasso Marconi è l’intervento di chirurgia estetica per l'aumento del volume del seno ed il suo sollevamento.

 

Argomenti trattati
  1. Che cosa è
  2. Quando è indicata
  3. Quali sono le cause nella variazione del seno
  4. A che età effettuarla
  5. Le Protesi Mammarie
  6. La sicurezza delle protesi
  7. Quali forme di protesi esistono
  8. La visita pre-operatoria
  9. L'intervento
  10. I tempi di recupero
  11. Conclusioni

 

1. Che cosa è la Mastoplastica Additiva Sasso Marconi

mastoplastica additiva Sasso Marconi - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Sasso Marconi è un vero e proprio intervento chirurgico il cui obiettivo è quello di aumentare il volume del seno, e questo è possibile utilizzando protesi in gel di silicone. Gli effetti estetici sono immediatamente visibili subito dopo l’intervento, e si tratta pur sempre di una parte estetica del corpo femminile molto evidente e determinante per la silhouette del corpo. Tutti questi motivi determinano il grande successo di questo intervento di chirurgia estetica, che ne fanno uno dei più richiesti dalle donne.
E’ importante che le donne interessate a questa importante modifica del corpo si rivolgano a Chirurgi Estetici e Plastici di indubbia professionalità ed esperienza, come il Dr. Giovanni Urso.

2. Quando è indicato l’intervento di Mastoplastica Additiva Sasso Marconi

mastoplastica additiva Sasso Marconi - Dr. Urso

Questo particolare tipo di intervento chirurgico comporta l'aumento del volume del seno, con il suo modellamento in maniera naturale e quindi estetica.
E' solitamente consigliato dal Chirurgo Estetico nei seguenti casi:

• Seno troppo piccolo
• Dopo l'allattamento il seno ha perso volume
• Le mammelle sono diverse l’una dall’altra
• Variazione di volume e forma dopo un dimagrimento
• Perdita di volume e di tonicità del seno
• Svuotamento e rilassamento del seno
• Seno con volume diverso l’uno dall’altro (in questo caso si definisce asimmetria mammaria)
• Mammelle dalle forme o con proporzioni che non soddisfano la paziente
• Disagio fisico e psicologico

3. Quali sono le cause nella variazione dell’aspetto del seno?

mastoplastica additiva Sasso Marconi - Dr. Urso

A parte il disagio fisico e psicologico che può comportare un seno piccolo o non proporzionato, disagio che si riscontra solitamente nella prima adolescenza, ci sono cause ben specifiche da considerare.
Il seno può apparire più piccolo, svuotato o più rilassato principalmente dopo una gravidanza, come conseguenza dell’ allattamento, dopo forti ed importanti dimagrimenti o molto più semplicemente per l’avanzare del tempo.

4. A che età si può effettuare la Mastoplastica additiva Sasso Marconi

Il limite di età minima nella quale la paziente può sottoporsi a tale operazione è 18 anni, l’età quindi in cui il seno è completamente sviluppato. Mentre per il limite massimo di età per l’innesto delle protesi al seno, questo dipende dal grado di elasticità della cute e dlla sua stessa resistenza.

5. Le protesi mammarie in mastoplastica additiva - come sono fatte

mastoplastica additiva Sasso Marconi - Dr. Urso

Le protesi che oggi giorno vengono impiantante nel corso dell’operazione di aumento del volume del seno hanno lo spessore della parete particolarmente spesso, annullando in tal modo la possibilità di contrattura della capsula. La protesi del seno si presenta con un involucro spesso composto di silicone ruvido, con all’interno gel di silicone o di Idrogel, soluzione salina o altre sostanze, di altissima qualità. L’interno si presenta compatto con caratteristiche coesive molto elevate. Per tale motivo sono stati eliminati i rischi (già alquanto improbabili) di rottura delle protesi, come si diceva per le protesi di prima generazione.

6. Le protesi usate nella mastoplastica additiva Sasso Marconi ora sono sicure ed eterne

Le protesi di ultima generazione sono contraddistinte dalla assoluta sicurezza e dalla loro durata illimitata. Non è quindi più necessario effettuare sostituzioni programmate dopo un lungo lasso di tempo. L’unico motivo per la sostituzione riguarda le protesi di vecchia e vecchissima generazione.
Inoltre molti studi clinici hanno già ampiamente dimostrato la completa innocuità delle protesi. Inoltre le stesse protesi sono non oppongo resistenza visiva in caso di ecografia o mammografia.
In ultimo, ma assolutamente rilevante, le protesi al seno non interferiscono minimamente con l’allattamento del neonato.

7. Quali forme di protesi esistono

Oggi giorno l’offerta di protesi del seno è ampiamente diversificata. Le stesse aziende produttrici propongono nuove forme e nuove dimensioni al fine di adattare le protesi alla silhouette di ciascuna paziente. Possiamo quasi dire che la produzione è quasi personalizzata.
Per quanto riguarda le forme delle protesi, ad oggi sono presenti:

• la forma rotonda, diversificata in basso, medio ed alto profilo)
• la forma a goccia, chiamate anche protesi anatomiche

L’obiettivo principe è sempre lo stesso: aumentare il volume del seno certamente, ma mantenendo un effetto assolutamente naturale.

8. L'intervento di mastoplastica additiva Sasso Marconi - La visita pre-operatoria

mastoplastica additiva Sasso Marconi - Dr. Urso

Per procedere all’esecuzione dell’intervento, il Dr. Giovanni Urso incontra in una prima visita la paziente. E’ importante infatti conoscere le aspettative ed i desideri per proporre la soluzione migliore, adatta alla paziente stessa. Si tratta quindi di un colloquio in cui si prospettano soluzioni mirate ed assolutamente personalizzate, dove il Chirurgo mostra le protesi più idonee all’intervento sia in termini di forma che di dimensioni. Inoltre espone in sintesi le dinamiche dell’intervento ed i risultati di questo intervento. Vengono poi richiesti esami ed analisi specifiche per l’intervento, e fissato il giorno in cui eseguirlo.

9. L’intervento di mastoplastica additiva Sasso Marconi

Questo viene eseguito sempre presso strutture sanitarie abilitate e certificate, unitamente ad un Team di specialisti ed assistenti che affiancano l’attività chirurgica del Dottore.
Solitamente l’intervento viene effettuato in regime di anestesia generale, ed appunto per questo è necessaria la presenza di un anestesista per tutto il corso dell’operazione.
La durata media dell’intervento è generalmente di una ora e mezza, e viene eseguito in regime di day hospital.
Dopo che la paziente è sedata, il Chirurgo procede ad eseguire delle incisioni nella zona sottomammaria o periareolare. La posizione delle cicatrici consento di nasconderle facilmente. Infatti la cicatrice sottomammaria viene nascosta nel solco mammario, mentre la cicatrice che sarà presente nella zona della areola si nascoste facilmente per via della differenza di colore.

L'intevento (segue)

Il Chirurgo sceglie il tipo di incisione da eseguire e quindi la zona su cui intervenire, a seconda delle caratteristiche fisiche della persona e delle dimensioni della protesi scelta per l’innesto.
Il Chirurgo procede successivamente alla creazione di una tasca nella quale alloggerà la protesi, solitamente nella zona sottomuscolare e sottoghiandolare. Tale scelta determina il grande vantaggio di garantire un risultato più naturale ed armonico del seno. Le suture vengono effettuate con fili riassorbibili che pertanto non devono essere poi rimossi.
Al risveglio della paziente, a questa viene fatto indossare un reggiseno contenitivo che si consiglia di portare per un mese.

10. I tempi di recupero dopo la mastoplastica additiva Sasso Marconi
mastoplastica additiva Sasso Marconi - Dr. Urso

Dopo l’intervento è normale che le mammelle siano lievemente gonfie e ancora poco mobili. Questi effetti scompaiono nel giro di qualche settimana, ed il seno avrà un aspetto voluminoso ma naturale.
Se le protesi sono state posizionate sotto la ghiandola mammaria, i tempi di recupero sono brevi, in pratica qualche giorno. Se le protesi sono state inserite nella zona sotto muscolare, allora sono necessarie alcune settimane prima di praticare attività fisica.

11. Conclusioni sulla mastoplastica additiva Sasso Marconi

In conclusione, questo intervento è dedicato a tutte le donne che sono stanche di avere un seno piccolo, asimmetrico (quindi una mammella diversa dall'altra), flaccido e cadente. Per ritrovare la forma del seno perfetto, riaverlo tonico, voluminoso e più sodo, questa è certamente la soluzione migliore, e soprattutto definitiva.

Chiama subito! 338 829 7929

Dr. Giovanni Urso. Per appuntamenti, consulti e informazioni sulla tua bellezza!

Urso Chirurgia Estetica

Telefono:

Indirizzo:

via Andrea Costa, 160 - Bologna

Contattaci

Ti rispondiamo entro poche ore

Mastoplastica additiva San Pietro in Casale

Mastoplastica Additiva San Pietro in Casale

Con l'intervento al seno di Mastoplastica Additiva ora puoi avere un seno perfetto

Che cosa è la Mastoplastica Additiva San Pietro in Casale

mastoplastica additiva San Pietro in Casale - Dr. Urso

La mastoplastica additiva San Pietro in Casale è l’intervento di chirurgia estetica per l'aumento del volume del seno ed il suo sollevamento.

 

Argomenti trattati
  1. Che cosa è
  2. Quando è indicata
  3. Quali sono le cause nella variazione del seno
  4. A che età effettuarla
  5. Le Protesi Mammarie
  6. La sicurezza delle protesi
  7. Quali forme di protesi esistono
  8. La visita pre-operatoria
  9. L'intervento
  10. I tempi di recupero
  11. Conclusioni

 

1. Che cosa è la Mastoplastica Additiva San Pietro in Casale

mastoplastica additiva San Pietro in Casale - Dr. Urso

La mastoplastica additiva San Pietro in Casale è un vero e proprio intervento chirurgico il cui obiettivo è quello di aumentare il volume del seno, e questo è possibile utilizzando protesi in gel di silicone. Gli effetti estetici sono immediatamente visibili subito dopo l’intervento, e si tratta pur sempre di una parte estetica del corpo femminile molto evidente e determinante per la silhouette del corpo. Tutti questi motivi determinano il grande successo di questo intervento di chirurgia estetica, che ne fanno uno dei più richiesti dalle donne.
E’ importante che le donne interessate a questa importante modifica del corpo si rivolgano a Chirurgi Estetici e Plastici di indubbia professionalità ed esperienza, come il Dr. Giovanni Urso.

2. Quando è indicato l’intervento di Mastoplastica Additiva San Pietro in Casale

mastoplastica additiva San Pietro in Casale - Dr. Urso

Questo particolare tipo di intervento chirurgico comporta l'aumento del volume del seno, con il suo modellamento in maniera naturale e quindi estetica.
E' solitamente consigliato dal Chirurgo Estetico nei seguenti casi:

• Seno troppo piccolo
• Dopo l'allattamento il seno ha perso volume
• Le mammelle sono diverse l’una dall’altra
• Variazione di volume e forma dopo un dimagrimento
• Perdita di volume e di tonicità del seno
• Svuotamento e rilassamento del seno
• Seno con volume diverso l’uno dall’altro (in questo caso si definisce asimmetria mammaria)
• Mammelle dalle forme o con proporzioni che non soddisfano la paziente
• Disagio fisico e psicologico

3. Quali sono le cause nella variazione dell’aspetto del seno?

mastoplastica additiva San Pietro in Casale - Dr. Urso

A parte il disagio fisico e psicologico che può comportare un seno piccolo o non proporzionato, disagio che si riscontra solitamente nella prima adolescenza, ci sono cause ben specifiche da considerare.
Il seno può apparire più piccolo, svuotato o più rilassato principalmente dopo una gravidanza, come conseguenza dell’ allattamento, dopo forti ed importanti dimagrimenti o molto più semplicemente per l’avanzare del tempo.

4. A che età si può effettuare la Mastoplastica additiva San Pietro in Casale

Il limite di età minima nella quale la paziente può sottoporsi a tale operazione è 18 anni, l’età quindi in cui il seno è completamente sviluppato. Mentre per il limite massimo di età per l’innesto delle protesi al seno, questo dipende dal grado di elasticità della cute e dlla sua stessa resistenza.

5. Le protesi mammarie in mastoplastica additiva - come sono fatte

mastoplastica additiva San Pietro in Casale - Dr. Urso

Le protesi che oggi giorno vengono impiantante nel corso dell’operazione di aumento del volume del seno hanno lo spessore della parete particolarmente spesso, annullando in tal modo la possibilità di contrattura della capsula. La protesi del seno si presenta con un involucro spesso composto di silicone ruvido, con all’interno gel di silicone o di Idrogel, soluzione salina o altre sostanze, di altissima qualità. L’interno si presenta compatto con caratteristiche coesive molto elevate. Per tale motivo sono stati eliminati i rischi (già alquanto improbabili) di rottura delle protesi, come si diceva per le protesi di prima generazione.

6. Le protesi usate nella mastoplastica additiva San Pietro in Casale ora sono sicure ed eterne

Le protesi di ultima generazione sono contraddistinte dalla assoluta sicurezza e dalla loro durata illimitata. Non è quindi più necessario effettuare sostituzioni programmate dopo un lungo lasso di tempo. L’unico motivo per la sostituzione riguarda le protesi di vecchia e vecchissima generazione.
Inoltre molti studi clinici hanno già ampiamente dimostrato la completa innocuità delle protesi. Inoltre le stesse protesi sono non oppongo resistenza visiva in caso di ecografia o mammografia.
In ultimo, ma assolutamente rilevante, le protesi al seno non interferiscono minimamente con l’allattamento del neonato.

7. Quali forme di protesi esistono

Oggi giorno l’offerta di protesi del seno è ampiamente diversificata. Le stesse aziende produttrici propongono nuove forme e nuove dimensioni al fine di adattare le protesi alla silhouette di ciascuna paziente. Possiamo quasi dire che la produzione è quasi personalizzata.
Per quanto riguarda le forme delle protesi, ad oggi sono presenti:

• la forma rotonda, diversificata in basso, medio ed alto profilo)
• la forma a goccia, chiamate anche protesi anatomiche

L’obiettivo principe è sempre lo stesso: aumentare il volume del seno certamente, ma mantenendo un effetto assolutamente naturale.

8. L'intervento di mastoplastica additiva San Pietro in Casale - La visita pre-operatoria

mastoplastica additiva San Pietro in Casale - Dr. Urso

Per procedere all’esecuzione dell’intervento, il Dr. Giovanni Urso incontra in una prima visita la paziente. E’ importante infatti conoscere le aspettative ed i desideri per proporre la soluzione migliore, adatta alla paziente stessa. Si tratta quindi di un colloquio in cui si prospettano soluzioni mirate ed assolutamente personalizzate, dove il Chirurgo mostra le protesi più idonee all’intervento sia in termini di forma che di dimensioni. Inoltre espone in sintesi le dinamiche dell’intervento ed i risultati di questo intervento. Vengono poi richiesti esami ed analisi specifiche per l’intervento, e fissato il giorno in cui eseguirlo.

9. L’intervento di mastoplastica additiva San Pietro in Casale

Questo viene eseguito sempre presso strutture sanitarie abilitate e certificate, unitamente ad un Team di specialisti ed assistenti che affiancano l’attività chirurgica del Dottore.
Solitamente l’intervento viene effettuato in regime di anestesia generale, ed appunto per questo è necessaria la presenza di un anestesista per tutto il corso dell’operazione.
La durata media dell’intervento è generalmente di una ora e mezza, e viene eseguito in regime di day hospital.
Dopo che la paziente è sedata, il Chirurgo procede ad eseguire delle incisioni nella zona sottomammaria o periareolare. La posizione delle cicatrici consento di nasconderle facilmente. Infatti la cicatrice sottomammaria viene nascosta nel solco mammario, mentre la cicatrice che sarà presente nella zona della areola si nascoste facilmente per via della differenza di colore.

L'intevento (segue)

Il Chirurgo sceglie il tipo di incisione da eseguire e quindi la zona su cui intervenire, a seconda delle caratteristiche fisiche della persona e delle dimensioni della protesi scelta per l’innesto.
Il Chirurgo procede successivamente alla creazione di una tasca nella quale alloggerà la protesi, solitamente nella zona sottomuscolare e sottoghiandolare. Tale scelta determina il grande vantaggio di garantire un risultato più naturale ed armonico del seno. Le suture vengono effettuate con fili riassorbibili che pertanto non devono essere poi rimossi.
Al risveglio della paziente, a questa viene fatto indossare un reggiseno contenitivo che si consiglia di portare per un mese.

10. I tempi di recupero dopo la mastoplastica additiva San Pietro in Casale
mastoplastica additiva San Pietro in Casale - Dr. Urso

Dopo l’intervento è normale che le mammelle siano lievemente gonfie e ancora poco mobili. Questi effetti scompaiono nel giro di qualche settimana, ed il seno avrà un aspetto voluminoso ma naturale.
Se le protesi sono state posizionate sotto la ghiandola mammaria, i tempi di recupero sono brevi, in pratica qualche giorno. Se le protesi sono state inserite nella zona sotto muscolare, allora sono necessarie alcune settimane prima di praticare attività fisica.

11. Conclusioni sulla mastoplastica additiva San Pietro in Casale

In conclusione, questo intervento è dedicato a tutte le donne che sono stanche di avere un seno piccolo, asimmetrico (quindi una mammella diversa dall'altra), flaccido e cadente. Per ritrovare la forma del seno perfetto, riaverlo tonico, voluminoso e più sodo, questa è certamente la soluzione migliore, e soprattutto definitiva.

Chiama subito! 338 829 7929

Dr. Giovanni Urso. Per appuntamenti, consulti e informazioni sulla tua bellezza!

Urso Chirurgia Estetica

Telefono:

Indirizzo:

via Andrea Costa, 160 - Bologna

Contattaci

Ti rispondiamo entro poche ore

Mastoplastica additiva Sant’Agata bolognese

Mastoplastica Additiva Sant'Agata bolognese

Con l'intervento al seno di Mastoplastica Additiva ora puoi avere un seno perfetto

Che cosa è la Mastoplastica Additiva Sant'Agata bolognese

mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese è l’intervento di chirurgia estetica per l'aumento del volume del seno ed il suo sollevamento.

 

Argomenti trattati
  1. Che cosa è
  2. Quando è indicata
  3. Quali sono le cause nella variazione del seno
  4. A che età effettuarla
  5. Le Protesi Mammarie
  6. La sicurezza delle protesi
  7. Quali forme di protesi esistono
  8. La visita pre-operatoria
  9. L'intervento
  10. I tempi di recupero
  11. Conclusioni

 

1. Che cosa è la Mastoplastica Additiva Sant'Agata bolognese

mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese è un vero e proprio intervento chirurgico il cui obiettivo è quello di aumentare il volume del seno, e questo è possibile utilizzando protesi in gel di silicone. Gli effetti estetici sono immediatamente visibili subito dopo l’intervento, e si tratta pur sempre di una parte estetica del corpo femminile molto evidente e determinante per la silhouette del corpo. Tutti questi motivi determinano il grande successo di questo intervento di chirurgia estetica, che ne fanno uno dei più richiesti dalle donne.
E’ importante che le donne interessate a questa importante modifica del corpo si rivolgano a Chirurgi Estetici e Plastici di indubbia professionalità ed esperienza, come il Dr. Giovanni Urso.

2. Quando è indicato l’intervento di Mastoplastica Additiva Sant'Agata bolognese

mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese - Dr. Urso

Questo particolare tipo di intervento chirurgico comporta l'aumento del volume del seno, con il suo modellamento in maniera naturale e quindi estetica.
E' solitamente consigliato dal Chirurgo Estetico nei seguenti casi:

• Seno troppo piccolo
• Dopo l'allattamento il seno ha perso volume
• Le mammelle sono diverse l’una dall’altra
• Variazione di volume e forma dopo un dimagrimento
• Perdita di volume e di tonicità del seno
• Svuotamento e rilassamento del seno
• Seno con volume diverso l’uno dall’altro (in questo caso si definisce asimmetria mammaria)
• Mammelle dalle forme o con proporzioni che non soddisfano la paziente
• Disagio fisico e psicologico

3. Quali sono le cause nella variazione dell’aspetto del seno?

mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese - Dr. Urso

A parte il disagio fisico e psicologico che può comportare un seno piccolo o non proporzionato, disagio che si riscontra solitamente nella prima adolescenza, ci sono cause ben specifiche da considerare.
Il seno può apparire più piccolo, svuotato o più rilassato principalmente dopo una gravidanza, come conseguenza dell’ allattamento, dopo forti ed importanti dimagrimenti o molto più semplicemente per l’avanzare del tempo.

4. A che età si può effettuare la Mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese

Il limite di età minima nella quale la paziente può sottoporsi a tale operazione è 18 anni, l’età quindi in cui il seno è completamente sviluppato. Mentre per il limite massimo di età per l’innesto delle protesi al seno, questo dipende dal grado di elasticità della cute e dlla sua stessa resistenza.

5. Le protesi mammarie in mastoplastica additiva - come sono fatte

mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese - Dr. Urso

Le protesi che oggi giorno vengono impiantante nel corso dell’operazione di aumento del volume del seno hanno lo spessore della parete particolarmente spesso, annullando in tal modo la possibilità di contrattura della capsula. La protesi del seno si presenta con un involucro spesso composto di silicone ruvido, con all’interno gel di silicone o di Idrogel, soluzione salina o altre sostanze, di altissima qualità. L’interno si presenta compatto con caratteristiche coesive molto elevate. Per tale motivo sono stati eliminati i rischi (già alquanto improbabili) di rottura delle protesi, come si diceva per le protesi di prima generazione.

6. Le protesi usate nella mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese ora sono sicure ed eterne

Le protesi di ultima generazione sono contraddistinte dalla assoluta sicurezza e dalla loro durata illimitata. Non è quindi più necessario effettuare sostituzioni programmate dopo un lungo lasso di tempo. L’unico motivo per la sostituzione riguarda le protesi di vecchia e vecchissima generazione.
Inoltre molti studi clinici hanno già ampiamente dimostrato la completa innocuità delle protesi. Inoltre le stesse protesi sono non oppongo resistenza visiva in caso di ecografia o mammografia.
In ultimo, ma assolutamente rilevante, le protesi al seno non interferiscono minimamente con l’allattamento del neonato.

7. Quali forme di protesi esistono

Oggi giorno l’offerta di protesi del seno è ampiamente diversificata. Le stesse aziende produttrici propongono nuove forme e nuove dimensioni al fine di adattare le protesi alla silhouette di ciascuna paziente. Possiamo quasi dire che la produzione è quasi personalizzata.
Per quanto riguarda le forme delle protesi, ad oggi sono presenti:

• la forma rotonda, diversificata in basso, medio ed alto profilo)
• la forma a goccia, chiamate anche protesi anatomiche

L’obiettivo principe è sempre lo stesso: aumentare il volume del seno certamente, ma mantenendo un effetto assolutamente naturale.

8. L'intervento di mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese - La visita pre-operatoria

mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese - Dr. Urso

Per procedere all’esecuzione dell’intervento, il Dr. Giovanni Urso incontra in una prima visita la paziente. E’ importante infatti conoscere le aspettative ed i desideri per proporre la soluzione migliore, adatta alla paziente stessa. Si tratta quindi di un colloquio in cui si prospettano soluzioni mirate ed assolutamente personalizzate, dove il Chirurgo mostra le protesi più idonee all’intervento sia in termini di forma che di dimensioni. Inoltre espone in sintesi le dinamiche dell’intervento ed i risultati di questo intervento. Vengono poi richiesti esami ed analisi specifiche per l’intervento, e fissato il giorno in cui eseguirlo.

9. L’intervento di mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese

Questo viene eseguito sempre presso strutture sanitarie abilitate e certificate, unitamente ad un Team di specialisti ed assistenti che affiancano l’attività chirurgica del Dottore.
Solitamente l’intervento viene effettuato in regime di anestesia generale, ed appunto per questo è necessaria la presenza di un anestesista per tutto il corso dell’operazione.
La durata media dell’intervento è generalmente di una ora e mezza, e viene eseguito in regime di day hospital.
Dopo che la paziente è sedata, il Chirurgo procede ad eseguire delle incisioni nella zona sottomammaria o periareolare. La posizione delle cicatrici consento di nasconderle facilmente. Infatti la cicatrice sottomammaria viene nascosta nel solco mammario, mentre la cicatrice che sarà presente nella zona della areola si nascoste facilmente per via della differenza di colore.

L'intevento (segue)

Il Chirurgo sceglie il tipo di incisione da eseguire e quindi la zona su cui intervenire, a seconda delle caratteristiche fisiche della persona e delle dimensioni della protesi scelta per l’innesto.
Il Chirurgo procede successivamente alla creazione di una tasca nella quale alloggerà la protesi, solitamente nella zona sottomuscolare e sottoghiandolare. Tale scelta determina il grande vantaggio di garantire un risultato più naturale ed armonico del seno. Le suture vengono effettuate con fili riassorbibili che pertanto non devono essere poi rimossi.
Al risveglio della paziente, a questa viene fatto indossare un reggiseno contenitivo che si consiglia di portare per un mese.

10. I tempi di recupero dopo la mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese
mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese - Dr. Urso

Dopo l’intervento è normale che le mammelle siano lievemente gonfie e ancora poco mobili. Questi effetti scompaiono nel giro di qualche settimana, ed il seno avrà un aspetto voluminoso ma naturale.
Se le protesi sono state posizionate sotto la ghiandola mammaria, i tempi di recupero sono brevi, in pratica qualche giorno. Se le protesi sono state inserite nella zona sotto muscolare, allora sono necessarie alcune settimane prima di praticare attività fisica.

11. Conclusioni sulla mastoplastica additiva Sant'Agata bolognese

In conclusione, questo intervento è dedicato a tutte le donne che sono stanche di avere un seno piccolo, asimmetrico (quindi una mammella diversa dall'altra), flaccido e cadente. Per ritrovare la forma del seno perfetto, riaverlo tonico, voluminoso e più sodo, questa è certamente la soluzione migliore, e soprattutto definitiva.

Chiama subito! 338 829 7929

Dr. Giovanni Urso. Per appuntamenti, consulti e informazioni sulla tua bellezza!

Urso Chirurgia Estetica

Telefono:

Indirizzo:

via Andrea Costa, 160 - Bologna

Contattaci

Ti rispondiamo entro poche ore

Mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto

Mastoplastica Additiva San Giovanni in Persiceto

Con l'intervento al seno di Mastoplastica Additiva ora puoi avere un seno perfetto

Che cosa è la Mastoplastica Additiva San Giovanni in Persiceto

mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto - Dr. Urso

La mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto è l’intervento di chirurgia estetica per l'aumento del volume del seno ed il suo sollevamento.

 

Argomenti trattati
  1. Che cosa è
  2. Quando è indicata
  3. Quali sono le cause nella variazione del seno
  4. A che età effettuarla
  5. Le Protesi Mammarie
  6. La sicurezza delle protesi
  7. Quali forme di protesi esistono
  8. La visita pre-operatoria
  9. L'intervento
  10. I tempi di recupero
  11. Conclusioni

 

1. Che cosa è la Mastoplastica Additiva San Giovanni in Persiceto

mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto - Dr. Urso

La mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto è un vero e proprio intervento chirurgico il cui obiettivo è quello di aumentare il volume del seno, e questo è possibile utilizzando protesi in gel di silicone. Gli effetti estetici sono immediatamente visibili subito dopo l’intervento, e si tratta pur sempre di una parte estetica del corpo femminile molto evidente e determinante per la silhouette del corpo. Tutti questi motivi determinano il grande successo di questo intervento di chirurgia estetica, che ne fanno uno dei più richiesti dalle donne.
E’ importante che le donne interessate a questa importante modifica del corpo si rivolgano a Chirurgi Estetici e Plastici di indubbia professionalità ed esperienza, come il Dr. Giovanni Urso.

2. Quando è indicato l’intervento di Mastoplastica Additiva San Giovanni in Persiceto

mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto - Dr. Urso

Questo particolare tipo di intervento chirurgico comporta l'aumento del volume del seno, con il suo modellamento in maniera naturale e quindi estetica.
E' solitamente consigliato dal Chirurgo Estetico nei seguenti casi:

• Seno troppo piccolo
• Dopo l'allattamento il seno ha perso volume
• Le mammelle sono diverse l’una dall’altra
• Variazione di volume e forma dopo un dimagrimento
• Perdita di volume e di tonicità del seno
• Svuotamento e rilassamento del seno
• Seno con volume diverso l’uno dall’altro (in questo caso si definisce asimmetria mammaria)
• Mammelle dalle forme o con proporzioni che non soddisfano la paziente
• Disagio fisico e psicologico

3. Quali sono le cause nella variazione dell’aspetto del seno?

mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto - Dr. Urso

A parte il disagio fisico e psicologico che può comportare un seno piccolo o non proporzionato, disagio che si riscontra solitamente nella prima adolescenza, ci sono cause ben specifiche da considerare.
Il seno può apparire più piccolo, svuotato o più rilassato principalmente dopo una gravidanza, come conseguenza dell’ allattamento, dopo forti ed importanti dimagrimenti o molto più semplicemente per l’avanzare del tempo.

4. A che età si può effettuare la Mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto

Il limite di età minima nella quale la paziente può sottoporsi a tale operazione è 18 anni, l’età quindi in cui il seno è completamente sviluppato. Mentre per il limite massimo di età per l’innesto delle protesi al seno, questo dipende dal grado di elasticità della cute e dlla sua stessa resistenza.

5. Le protesi mammarie in mastoplastica additiva - come sono fatte

mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto - Dr. Urso

Le protesi che oggi giorno vengono impiantante nel corso dell’operazione di aumento del volume del seno hanno lo spessore della parete particolarmente spesso, annullando in tal modo la possibilità di contrattura della capsula. La protesi del seno si presenta con un involucro spesso composto di silicone ruvido, con all’interno gel di silicone o di Idrogel, soluzione salina o altre sostanze, di altissima qualità. L’interno si presenta compatto con caratteristiche coesive molto elevate. Per tale motivo sono stati eliminati i rischi (già alquanto improbabili) di rottura delle protesi, come si diceva per le protesi di prima generazione.

6. Le protesi usate nella mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto ora sono sicure ed eterne

Le protesi di ultima generazione sono contraddistinte dalla assoluta sicurezza e dalla loro durata illimitata. Non è quindi più necessario effettuare sostituzioni programmate dopo un lungo lasso di tempo. L’unico motivo per la sostituzione riguarda le protesi di vecchia e vecchissima generazione.
Inoltre molti studi clinici hanno già ampiamente dimostrato la completa innocuità delle protesi. Inoltre le stesse protesi sono non oppongo resistenza visiva in caso di ecografia o mammografia.
In ultimo, ma assolutamente rilevante, le protesi al seno non interferiscono minimamente con l’allattamento del neonato.

7. Quali forme di protesi esistono

Oggi giorno l’offerta di protesi del seno è ampiamente diversificata. Le stesse aziende produttrici propongono nuove forme e nuove dimensioni al fine di adattare le protesi alla silhouette di ciascuna paziente. Possiamo quasi dire che la produzione è quasi personalizzata.
Per quanto riguarda le forme delle protesi, ad oggi sono presenti:

• la forma rotonda, diversificata in basso, medio ed alto profilo)
• la forma a goccia, chiamate anche protesi anatomiche

L’obiettivo principe è sempre lo stesso: aumentare il volume del seno certamente, ma mantenendo un effetto assolutamente naturale.

8. L'intervento di mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto - La visita pre-operatoria

mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto - Dr. Urso

Per procedere all’esecuzione dell’intervento, il Dr. Giovanni Urso incontra in una prima visita la paziente. E’ importante infatti conoscere le aspettative ed i desideri per proporre la soluzione migliore, adatta alla paziente stessa. Si tratta quindi di un colloquio in cui si prospettano soluzioni mirate ed assolutamente personalizzate, dove il Chirurgo mostra le protesi più idonee all’intervento sia in termini di forma che di dimensioni. Inoltre espone in sintesi le dinamiche dell’intervento ed i risultati di questo intervento. Vengono poi richiesti esami ed analisi specifiche per l’intervento, e fissato il giorno in cui eseguirlo.

9. L’intervento di mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto

Questo viene eseguito sempre presso strutture sanitarie abilitate e certificate, unitamente ad un Team di specialisti ed assistenti che affiancano l’attività chirurgica del Dottore.
Solitamente l’intervento viene effettuato in regime di anestesia generale, ed appunto per questo è necessaria la presenza di un anestesista per tutto il corso dell’operazione.
La durata media dell’intervento è generalmente di una ora e mezza, e viene eseguito in regime di day hospital.
Dopo che la paziente è sedata, il Chirurgo procede ad eseguire delle incisioni nella zona sottomammaria o periareolare. La posizione delle cicatrici consento di nasconderle facilmente. Infatti la cicatrice sottomammaria viene nascosta nel solco mammario, mentre la cicatrice che sarà presente nella zona della areola si nascoste facilmente per via della differenza di colore.

L'intevento (segue)

Il Chirurgo sceglie il tipo di incisione da eseguire e quindi la zona su cui intervenire, a seconda delle caratteristiche fisiche della persona e delle dimensioni della protesi scelta per l’innesto.
Il Chirurgo procede successivamente alla creazione di una tasca nella quale alloggerà la protesi, solitamente nella zona sottomuscolare e sottoghiandolare. Tale scelta determina il grande vantaggio di garantire un risultato più naturale ed armonico del seno. Le suture vengono effettuate con fili riassorbibili che pertanto non devono essere poi rimossi.
Al risveglio della paziente, a questa viene fatto indossare un reggiseno contenitivo che si consiglia di portare per un mese.

10. I tempi di recupero dopo la mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto
mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto - Dr. Urso

Dopo l’intervento è normale che le mammelle siano lievemente gonfie e ancora poco mobili. Questi effetti scompaiono nel giro di qualche settimana, ed il seno avrà un aspetto voluminoso ma naturale.
Se le protesi sono state posizionate sotto la ghiandola mammaria, i tempi di recupero sono brevi, in pratica qualche giorno. Se le protesi sono state inserite nella zona sotto muscolare, allora sono necessarie alcune settimane prima di praticare attività fisica.

11. Conclusioni sulla mastoplastica additiva San Giovanni in Persiceto

In conclusione, questo intervento è dedicato a tutte le donne che sono stanche di avere un seno piccolo, asimmetrico (quindi una mammella diversa dall'altra), flaccido e cadente. Per ritrovare la forma del seno perfetto, riaverlo tonico, voluminoso e più sodo, questa è certamente la soluzione migliore, e soprattutto definitiva.

Chiama subito! 338 829 7929

Dr. Giovanni Urso. Per appuntamenti, consulti e informazioni sulla tua bellezza!

Urso Chirurgia Estetica

Telefono:

Indirizzo:

via Andrea Costa, 160 - Bologna

Contattaci

Ti rispondiamo entro poche ore

Mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena

Mastoplastica Additiva San Lazzaro di Savena

Con l'intervento al seno di Mastoplastica Additiva ora puoi avere un seno perfetto

Che cosa è la Mastoplastica Additiva San Lazzaro di Savena

mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena - Dr. Urso

La mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena è l’intervento di chirurgia estetica per l'aumento del volume del seno ed il suo sollevamento.

 

Argomenti trattati
  1. Che cosa è
  2. Quando è indicata
  3. Quali sono le cause nella variazione del seno
  4. A che età effettuarla
  5. Le Protesi Mammarie
  6. La sicurezza delle protesi
  7. Quali forme di protesi esistono
  8. La visita pre-operatoria
  9. L'intervento
  10. I tempi di recupero
  11. Conclusioni

 

1. Che cosa è la Mastoplastica Additiva San Lazzaro di Savena

mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena - Dr. Urso

La mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena è un vero e proprio intervento chirurgico il cui obiettivo è quello di aumentare il volume del seno, e questo è possibile utilizzando protesi in gel di silicone. Gli effetti estetici sono immediatamente visibili subito dopo l’intervento, e si tratta pur sempre di una parte estetica del corpo femminile molto evidente e determinante per la silhouette del corpo. Tutti questi motivi determinano il grande successo di questo intervento di chirurgia estetica, che ne fanno uno dei più richiesti dalle donne.
E’ importante che le donne interessate a questa importante modifica del corpo si rivolgano a Chirurgi Estetici e Plastici di indubbia professionalità ed esperienza, come il Dr. Giovanni Urso.

2. Quando è indicato l’intervento di Mastoplastica Additiva San Lazzaro di Savena

mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena - Dr. Urso

Questo particolare tipo di intervento chirurgico comporta l'aumento del volume del seno, con il suo modellamento in maniera naturale e quindi estetica.
E' solitamente consigliato dal Chirurgo Estetico nei seguenti casi:

• Seno troppo piccolo
• Dopo l'allattamento il seno ha perso volume
• Le mammelle sono diverse l’una dall’altra
• Variazione di volume e forma dopo un dimagrimento
• Perdita di volume e di tonicità del seno
• Svuotamento e rilassamento del seno
• Seno con volume diverso l’uno dall’altro (in questo caso si definisce asimmetria mammaria)
• Mammelle dalle forme o con proporzioni che non soddisfano la paziente
• Disagio fisico e psicologico

3. Quali sono le cause nella variazione dell’aspetto del seno?

mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena - Dr. Urso

A parte il disagio fisico e psicologico che può comportare un seno piccolo o non proporzionato, disagio che si riscontra solitamente nella prima adolescenza, ci sono cause ben specifiche da considerare.
Il seno può apparire più piccolo, svuotato o più rilassato principalmente dopo una gravidanza, come conseguenza dell’ allattamento, dopo forti ed importanti dimagrimenti o molto più semplicemente per l’avanzare del tempo.

4. A che età si può effettuare la Mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena

Il limite di età minima nella quale la paziente può sottoporsi a tale operazione è 18 anni, l’età quindi in cui il seno è completamente sviluppato. Mentre per il limite massimo di età per l’innesto delle protesi al seno, questo dipende dal grado di elasticità della cute e dlla sua stessa resistenza.

5. Le protesi mammarie in mastoplastica additiva - come sono fatte

mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena - Dr. Urso

Le protesi che oggi giorno vengono impiantante nel corso dell’operazione di aumento del volume del seno hanno lo spessore della parete particolarmente spesso, annullando in tal modo la possibilità di contrattura della capsula. La protesi del seno si presenta con un involucro spesso composto di silicone ruvido, con all’interno gel di silicone o di Idrogel, soluzione salina o altre sostanze, di altissima qualità. L’interno si presenta compatto con caratteristiche coesive molto elevate. Per tale motivo sono stati eliminati i rischi (già alquanto improbabili) di rottura delle protesi, come si diceva per le protesi di prima generazione.

6. Le protesi usate nella mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena ora sono sicure ed eterne

Le protesi di ultima generazione sono contraddistinte dalla assoluta sicurezza e dalla loro durata illimitata. Non è quindi più necessario effettuare sostituzioni programmate dopo un lungo lasso di tempo. L’unico motivo per la sostituzione riguarda le protesi di vecchia e vecchissima generazione.
Inoltre molti studi clinici hanno già ampiamente dimostrato la completa innocuità delle protesi. Inoltre le stesse protesi sono non oppongo resistenza visiva in caso di ecografia o mammografia.
In ultimo, ma assolutamente rilevante, le protesi al seno non interferiscono minimamente con l’allattamento del neonato.

7. Quali forme di protesi esistono

Oggi giorno l’offerta di protesi del seno è ampiamente diversificata. Le stesse aziende produttrici propongono nuove forme e nuove dimensioni al fine di adattare le protesi alla silhouette di ciascuna paziente. Possiamo quasi dire che la produzione è quasi personalizzata.
Per quanto riguarda le forme delle protesi, ad oggi sono presenti:

• la forma rotonda, diversificata in basso, medio ed alto profilo)
• la forma a goccia, chiamate anche protesi anatomiche

L’obiettivo principe è sempre lo stesso: aumentare il volume del seno certamente, ma mantenendo un effetto assolutamente naturale.

8. L'intervento di mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena - La visita pre-operatoria

mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena - Dr. Urso

Per procedere all’esecuzione dell’intervento, il Dr. Giovanni Urso incontra in una prima visita la paziente. E’ importante infatti conoscere le aspettative ed i desideri per proporre la soluzione migliore, adatta alla paziente stessa. Si tratta quindi di un colloquio in cui si prospettano soluzioni mirate ed assolutamente personalizzate, dove il Chirurgo mostra le protesi più idonee all’intervento sia in termini di forma che di dimensioni. Inoltre espone in sintesi le dinamiche dell’intervento ed i risultati di questo intervento. Vengono poi richiesti esami ed analisi specifiche per l’intervento, e fissato il giorno in cui eseguirlo.

9. L’intervento di mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena

Questo viene eseguito sempre presso strutture sanitarie abilitate e certificate, unitamente ad un Team di specialisti ed assistenti che affiancano l’attività chirurgica del Dottore.
Solitamente l’intervento viene effettuato in regime di anestesia generale, ed appunto per questo è necessaria la presenza di un anestesista per tutto il corso dell’operazione.
La durata media dell’intervento è generalmente di una ora e mezza, e viene eseguito in regime di day hospital.
Dopo che la paziente è sedata, il Chirurgo procede ad eseguire delle incisioni nella zona sottomammaria o periareolare. La posizione delle cicatrici consento di nasconderle facilmente. Infatti la cicatrice sottomammaria viene nascosta nel solco mammario, mentre la cicatrice che sarà presente nella zona della areola si nascoste facilmente per via della differenza di colore.

L'intevento (segue)

Il Chirurgo sceglie il tipo di incisione da eseguire e quindi la zona su cui intervenire, a seconda delle caratteristiche fisiche della persona e delle dimensioni della protesi scelta per l’innesto.
Il Chirurgo procede successivamente alla creazione di una tasca nella quale alloggerà la protesi, solitamente nella zona sottomuscolare e sottoghiandolare. Tale scelta determina il grande vantaggio di garantire un risultato più naturale ed armonico del seno. Le suture vengono effettuate con fili riassorbibili che pertanto non devono essere poi rimossi.
Al risveglio della paziente, a questa viene fatto indossare un reggiseno contenitivo che si consiglia di portare per un mese.

10. I tempi di recupero dopo la mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena
mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena - Dr. Urso

Dopo l’intervento è normale che le mammelle siano lievemente gonfie e ancora poco mobili. Questi effetti scompaiono nel giro di qualche settimana, ed il seno avrà un aspetto voluminoso ma naturale.
Se le protesi sono state posizionate sotto la ghiandola mammaria, i tempi di recupero sono brevi, in pratica qualche giorno. Se le protesi sono state inserite nella zona sotto muscolare, allora sono necessarie alcune settimane prima di praticare attività fisica.

11. Conclusioni sulla mastoplastica additiva San Lazzaro di Savena

In conclusione, questo intervento è dedicato a tutte le donne che sono stanche di avere un seno piccolo, asimmetrico (quindi una mammella diversa dall'altra), flaccido e cadente. Per ritrovare la forma del seno perfetto, riaverlo tonico, voluminoso e più sodo, questa è certamente la soluzione migliore, e soprattutto definitiva.

Chiama subito! 338 829 7929

Dr. Giovanni Urso. Per appuntamenti, consulti e informazioni sulla tua bellezza!

Urso Chirurgia Estetica

Telefono:

Indirizzo:

via Andrea Costa, 160 - Bologna

Contattaci

Ti rispondiamo entro poche ore

Mastoplastica additiva Sala Bolognese

Mastoplastica Additiva Sala Bolognese

Con l'intervento al seno di Mastoplastica Additiva ora puoi avere un seno perfetto

Che cosa è la Mastoplastica Additiva Sala Bolognese

mastoplastica additiva Sala Bolognese - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Sala Bolognese è l’intervento di chirurgia estetica per l'aumento del volume del seno ed il suo sollevamento.

 

Argomenti trattati
  1. Che cosa è
  2. Quando è indicata
  3. Quali sono le cause nella variazione del seno
  4. A che età effettuarla
  5. Le Protesi Mammarie
  6. La sicurezza delle protesi
  7. Quali forme di protesi esistono
  8. La visita pre-operatoria
  9. L'intervento
  10. I tempi di recupero
  11. Conclusioni

 

1. Che cosa è la Mastoplastica Additiva Sala Bolognese

mastoplastica additiva Sala Bolognese - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Sala Bolognese è un vero e proprio intervento chirurgico il cui obiettivo è quello di aumentare il volume del seno, e questo è possibile utilizzando protesi in gel di silicone. Gli effetti estetici sono immediatamente visibili subito dopo l’intervento, e si tratta pur sempre di una parte estetica del corpo femminile molto evidente e determinante per la silhouette del corpo. Tutti questi motivi determinano il grande successo di questo intervento di chirurgia estetica, che ne fanno uno dei più richiesti dalle donne.
E’ importante che le donne interessate a questa importante modifica del corpo si rivolgano a Chirurgi Estetici e Plastici di indubbia professionalità ed esperienza, come il Dr. Giovanni Urso.

2. Quando è indicato l’intervento di Mastoplastica Additiva Sala Bolognese

mastoplastica additiva Sala Bolognese - Dr. Urso

Questo particolare tipo di intervento chirurgico comporta l'aumento del volume del seno, con il suo modellamento in maniera naturale e quindi estetica.
E' solitamente consigliato dal Chirurgo Estetico nei seguenti casi:

• Seno troppo piccolo
• Dopo l'allattamento il seno ha perso volume
• Le mammelle sono diverse l’una dall’altra
• Variazione di volume e forma dopo un dimagrimento
• Perdita di volume e di tonicità del seno
• Svuotamento e rilassamento del seno
• Seno con volume diverso l’uno dall’altro (in questo caso si definisce asimmetria mammaria)
• Mammelle dalle forme o con proporzioni che non soddisfano la paziente
• Disagio fisico e psicologico

3. Quali sono le cause nella variazione dell’aspetto del seno?

mastoplastica additiva Sala Bolognese - Dr. Urso

A parte il disagio fisico e psicologico che può comportare un seno piccolo o non proporzionato, disagio che si riscontra solitamente nella prima adolescenza, ci sono cause ben specifiche da considerare.
Il seno può apparire più piccolo, svuotato o più rilassato principalmente dopo una gravidanza, come conseguenza dell’ allattamento, dopo forti ed importanti dimagrimenti o molto più semplicemente per l’avanzare del tempo.

4. A che età si può effettuare la Mastoplastica additiva Sala Bolognese

Il limite di età minima nella quale la paziente può sottoporsi a tale operazione è 18 anni, l’età quindi in cui il seno è completamente sviluppato. Mentre per il limite massimo di età per l’innesto delle protesi al seno, questo dipende dal grado di elasticità della cute e dlla sua stessa resistenza.

5. Le protesi mammarie in mastoplastica additiva - come sono fatte

mastoplastica additiva Sala Bolognese - Dr. Urso

Le protesi che oggi giorno vengono impiantante nel corso dell’operazione di aumento del volume del seno hanno lo spessore della parete particolarmente spesso, annullando in tal modo la possibilità di contrattura della capsula. La protesi del seno si presenta con un involucro spesso composto di silicone ruvido, con all’interno gel di silicone o di Idrogel, soluzione salina o altre sostanze, di altissima qualità. L’interno si presenta compatto con caratteristiche coesive molto elevate. Per tale motivo sono stati eliminati i rischi (già alquanto improbabili) di rottura delle protesi, come si diceva per le protesi di prima generazione.

6. Le protesi usate nella mastoplastica additiva Sala Bolognese ora sono sicure ed eterne

Le protesi di ultima generazione sono contraddistinte dalla assoluta sicurezza e dalla loro durata illimitata. Non è quindi più necessario effettuare sostituzioni programmate dopo un lungo lasso di tempo. L’unico motivo per la sostituzione riguarda le protesi di vecchia e vecchissima generazione.
Inoltre molti studi clinici hanno già ampiamente dimostrato la completa innocuità delle protesi. Inoltre le stesse protesi sono non oppongo resistenza visiva in caso di ecografia o mammografia.
In ultimo, ma assolutamente rilevante, le protesi al seno non interferiscono minimamente con l’allattamento del neonato.

7. Quali forme di protesi esistono

Oggi giorno l’offerta di protesi del seno è ampiamente diversificata. Le stesse aziende produttrici propongono nuove forme e nuove dimensioni al fine di adattare le protesi alla silhouette di ciascuna paziente. Possiamo quasi dire che la produzione è quasi personalizzata.
Per quanto riguarda le forme delle protesi, ad oggi sono presenti:

• la forma rotonda, diversificata in basso, medio ed alto profilo)
• la forma a goccia, chiamate anche protesi anatomiche

L’obiettivo principe è sempre lo stesso: aumentare il volume del seno certamente, ma mantenendo un effetto assolutamente naturale.

8. L'intervento di mastoplastica additiva Sala Bolognese - La visita pre-operatoria

mastoplastica additiva Sala Bolognese - Dr. Urso

Per procedere all’esecuzione dell’intervento, il Dr. Giovanni Urso incontra in una prima visita la paziente. E’ importante infatti conoscere le aspettative ed i desideri per proporre la soluzione migliore, adatta alla paziente stessa. Si tratta quindi di un colloquio in cui si prospettano soluzioni mirate ed assolutamente personalizzate, dove il Chirurgo mostra le protesi più idonee all’intervento sia in termini di forma che di dimensioni. Inoltre espone in sintesi le dinamiche dell’intervento ed i risultati di questo intervento. Vengono poi richiesti esami ed analisi specifiche per l’intervento, e fissato il giorno in cui eseguirlo.

9. L’intervento di mastoplastica additiva Sala Bolognese

Questo viene eseguito sempre presso strutture sanitarie abilitate e certificate, unitamente ad un Team di specialisti ed assistenti che affiancano l’attività chirurgica del Dottore.
Solitamente l’intervento viene effettuato in regime di anestesia generale, ed appunto per questo è necessaria la presenza di un anestesista per tutto il corso dell’operazione.
La durata media dell’intervento è generalmente di una ora e mezza, e viene eseguito in regime di day hospital.
Dopo che la paziente è sedata, il Chirurgo procede ad eseguire delle incisioni nella zona sottomammaria o periareolare. La posizione delle cicatrici consento di nasconderle facilmente. Infatti la cicatrice sottomammaria viene nascosta nel solco mammario, mentre la cicatrice che sarà presente nella zona della areola si nascoste facilmente per via della differenza di colore.

L'intevento (segue)

Il Chirurgo sceglie il tipo di incisione da eseguire e quindi la zona su cui intervenire, a seconda delle caratteristiche fisiche della persona e delle dimensioni della protesi scelta per l’innesto.
Il Chirurgo procede successivamente alla creazione di una tasca nella quale alloggerà la protesi, solitamente nella zona sottomuscolare e sottoghiandolare. Tale scelta determina il grande vantaggio di garantire un risultato più naturale ed armonico del seno. Le suture vengono effettuate con fili riassorbibili che pertanto non devono essere poi rimossi.
Al risveglio della paziente, a questa viene fatto indossare un reggiseno contenitivo che si consiglia di portare per un mese.

10. I tempi di recupero dopo la mastoplastica additiva Sala Bolognese
mastoplastica additiva Sala Bolognese - Dr. Urso

Dopo l’intervento è normale che le mammelle siano lievemente gonfie e ancora poco mobili. Questi effetti scompaiono nel giro di qualche settimana, ed il seno avrà un aspetto voluminoso ma naturale.
Se le protesi sono state posizionate sotto la ghiandola mammaria, i tempi di recupero sono brevi, in pratica qualche giorno. Se le protesi sono state inserite nella zona sotto muscolare, allora sono necessarie alcune settimane prima di praticare attività fisica.

11. Conclusioni sulla mastoplastica additiva Sala Bolognese

In conclusione, questo intervento è dedicato a tutte le donne che sono stanche di avere un seno piccolo, asimmetrico (quindi una mammella diversa dall'altra), flaccido e cadente. Per ritrovare la forma del seno perfetto, riaverlo tonico, voluminoso e più sodo, questa è certamente la soluzione migliore, e soprattutto definitiva.

Chiama subito! 338 829 7929

Dr. Giovanni Urso. Per appuntamenti, consulti e informazioni sulla tua bellezza!

Urso Chirurgia Estetica

Telefono:

Indirizzo:

via Andrea Costa, 160 - Bologna

Contattaci

Ti rispondiamo entro poche ore

Mastoplastica additiva San Giorgio di Piano

Mastoplastica Additiva San Giorgio di Piano

Con l'intervento al seno di Mastoplastica Additiva ora puoi avere un seno perfetto

Che cosa è la Mastoplastica Additiva San Giorgio di Piano

mastoplastica additiva San Giorgio di Piano - Dr. Urso

La mastoplastica additiva San Giorgio di Piano è l’intervento di chirurgia estetica per l'aumento del volume del seno ed il suo sollevamento.

 

Argomenti trattati
  1. Che cosa è
  2. Quando è indicata
  3. Quali sono le cause nella variazione del seno
  4. A che età effettuarla
  5. Le Protesi Mammarie
  6. La sicurezza delle protesi
  7. Quali forme di protesi esistono
  8. La visita pre-operatoria
  9. L'intervento
  10. I tempi di recupero
  11. Conclusioni

 

1. Che cosa è la Mastoplastica Additiva San Giorgio di Piano

mastoplastica additiva San Giorgio di Piano - Dr. Urso

La mastoplastica additiva San Giorgio di Piano è un vero e proprio intervento chirurgico il cui obiettivo è quello di aumentare il volume del seno, e questo è possibile utilizzando protesi in gel di silicone. Gli effetti estetici sono immediatamente visibili subito dopo l’intervento, e si tratta pur sempre di una parte estetica del corpo femminile molto evidente e determinante per la silhouette del corpo. Tutti questi motivi determinano il grande successo di questo intervento di chirurgia estetica, che ne fanno uno dei più richiesti dalle donne.
E’ importante che le donne interessate a questa importante modifica del corpo si rivolgano a Chirurgi Estetici e Plastici di indubbia professionalità ed esperienza, come il Dr. Giovanni Urso.

2. Quando è indicato l’intervento di Mastoplastica Additiva San Giorgio di Piano

mastoplastica additiva San Giorgio di Piano - Dr. Urso

Questo particolare tipo di intervento chirurgico comporta l'aumento del volume del seno, con il suo modellamento in maniera naturale e quindi estetica.
E' solitamente consigliato dal Chirurgo Estetico nei seguenti casi:

• Seno troppo piccolo
• Dopo l'allattamento il seno ha perso volume
• Le mammelle sono diverse l’una dall’altra
• Variazione di volume e forma dopo un dimagrimento
• Perdita di volume e di tonicità del seno
• Svuotamento e rilassamento del seno
• Seno con volume diverso l’uno dall’altro (in questo caso si definisce asimmetria mammaria)
• Mammelle dalle forme o con proporzioni che non soddisfano la paziente
• Disagio fisico e psicologico

3. Quali sono le cause nella variazione dell’aspetto del seno?

mastoplastica additiva San Giorgio di Piano - Dr. Urso

A parte il disagio fisico e psicologico che può comportare un seno piccolo o non proporzionato, disagio che si riscontra solitamente nella prima adolescenza, ci sono cause ben specifiche da considerare.
Il seno può apparire più piccolo, svuotato o più rilassato principalmente dopo una gravidanza, come conseguenza dell’ allattamento, dopo forti ed importanti dimagrimenti o molto più semplicemente per l’avanzare del tempo.

4. A che età si può effettuare la Mastoplastica additiva San Giorgio di Piano

Il limite di età minima nella quale la paziente può sottoporsi a tale operazione è 18 anni, l’età quindi in cui il seno è completamente sviluppato. Mentre per il limite massimo di età per l’innesto delle protesi al seno, questo dipende dal grado di elasticità della cute e dlla sua stessa resistenza.

5. Le protesi mammarie in mastoplastica additiva - come sono fatte

mastoplastica additiva San Giorgio di Piano - Dr. Urso

Le protesi che oggi giorno vengono impiantante nel corso dell’operazione di aumento del volume del seno hanno lo spessore della parete particolarmente spesso, annullando in tal modo la possibilità di contrattura della capsula. La protesi del seno si presenta con un involucro spesso composto di silicone ruvido, con all’interno gel di silicone o di Idrogel, soluzione salina o altre sostanze, di altissima qualità. L’interno si presenta compatto con caratteristiche coesive molto elevate. Per tale motivo sono stati eliminati i rischi (già alquanto improbabili) di rottura delle protesi, come si diceva per le protesi di prima generazione.

6. Le protesi usate nella mastoplastica additiva San Giorgio di Piano ora sono sicure ed eterne

Le protesi di ultima generazione sono contraddistinte dalla assoluta sicurezza e dalla loro durata illimitata. Non è quindi più necessario effettuare sostituzioni programmate dopo un lungo lasso di tempo. L’unico motivo per la sostituzione riguarda le protesi di vecchia e vecchissima generazione.
Inoltre molti studi clinici hanno già ampiamente dimostrato la completa innocuità delle protesi. Inoltre le stesse protesi sono non oppongo resistenza visiva in caso di ecografia o mammografia.
In ultimo, ma assolutamente rilevante, le protesi al seno non interferiscono minimamente con l’allattamento del neonato.

7. Quali forme di protesi esistono

Oggi giorno l’offerta di protesi del seno è ampiamente diversificata. Le stesse aziende produttrici propongono nuove forme e nuove dimensioni al fine di adattare le protesi alla silhouette di ciascuna paziente. Possiamo quasi dire che la produzione è quasi personalizzata.
Per quanto riguarda le forme delle protesi, ad oggi sono presenti:

• la forma rotonda, diversificata in basso, medio ed alto profilo)
• la forma a goccia, chiamate anche protesi anatomiche

L’obiettivo principe è sempre lo stesso: aumentare il volume del seno certamente, ma mantenendo un effetto assolutamente naturale.

8. L'intervento di mastoplastica additiva San Giorgio di Piano - La visita pre-operatoria

mastoplastica additiva San Giorgio di Piano - Dr. Urso

Per procedere all’esecuzione dell’intervento, il Dr. Giovanni Urso incontra in una prima visita la paziente. E’ importante infatti conoscere le aspettative ed i desideri per proporre la soluzione migliore, adatta alla paziente stessa. Si tratta quindi di un colloquio in cui si prospettano soluzioni mirate ed assolutamente personalizzate, dove il Chirurgo mostra le protesi più idonee all’intervento sia in termini di forma che di dimensioni. Inoltre espone in sintesi le dinamiche dell’intervento ed i risultati di questo intervento. Vengono poi richiesti esami ed analisi specifiche per l’intervento, e fissato il giorno in cui eseguirlo.

9. L’intervento di mastoplastica additiva San Giorgio di Piano

Questo viene eseguito sempre presso strutture sanitarie abilitate e certificate, unitamente ad un Team di specialisti ed assistenti che affiancano l’attività chirurgica del Dottore.
Solitamente l’intervento viene effettuato in regime di anestesia generale, ed appunto per questo è necessaria la presenza di un anestesista per tutto il corso dell’operazione.
La durata media dell’intervento è generalmente di una ora e mezza, e viene eseguito in regime di day hospital.
Dopo che la paziente è sedata, il Chirurgo procede ad eseguire delle incisioni nella zona sottomammaria o periareolare. La posizione delle cicatrici consento di nasconderle facilmente. Infatti la cicatrice sottomammaria viene nascosta nel solco mammario, mentre la cicatrice che sarà presente nella zona della areola si nascoste facilmente per via della differenza di colore.

L'intevento (segue)

Il Chirurgo sceglie il tipo di incisione da eseguire e quindi la zona su cui intervenire, a seconda delle caratteristiche fisiche della persona e delle dimensioni della protesi scelta per l’innesto.
Il Chirurgo procede successivamente alla creazione di una tasca nella quale alloggerà la protesi, solitamente nella zona sottomuscolare e sottoghiandolare. Tale scelta determina il grande vantaggio di garantire un risultato più naturale ed armonico del seno. Le suture vengono effettuate con fili riassorbibili che pertanto non devono essere poi rimossi.
Al risveglio della paziente, a questa viene fatto indossare un reggiseno contenitivo che si consiglia di portare per un mese.

10. I tempi di recupero dopo la mastoplastica additiva San Giorgio di Piano
mastoplastica additiva San Giorgio di Piano - Dr. Urso

Dopo l’intervento è normale che le mammelle siano lievemente gonfie e ancora poco mobili. Questi effetti scompaiono nel giro di qualche settimana, ed il seno avrà un aspetto voluminoso ma naturale.
Se le protesi sono state posizionate sotto la ghiandola mammaria, i tempi di recupero sono brevi, in pratica qualche giorno. Se le protesi sono state inserite nella zona sotto muscolare, allora sono necessarie alcune settimane prima di praticare attività fisica.

11. Conclusioni sulla mastoplastica additiva San Giorgio di Piano

In conclusione, questo intervento è dedicato a tutte le donne che sono stanche di avere un seno piccolo, asimmetrico (quindi una mammella diversa dall'altra), flaccido e cadente. Per ritrovare la forma del seno perfetto, riaverlo tonico, voluminoso e più sodo, questa è certamente la soluzione migliore, e soprattutto definitiva.

Chiama subito! 338 829 7929

Dr. Giovanni Urso. Per appuntamenti, consulti e informazioni sulla tua bellezza!

Urso Chirurgia Estetica

Telefono:

Indirizzo:

via Andrea Costa, 160 - Bologna

Contattaci

Ti rispondiamo entro poche ore

Mastoplastica additiva Pieve di Cento

Mastoplastica Additiva Pieve di Cento

Con l'intervento al seno di Mastoplastica Additiva ora puoi avere un seno perfetto

Che cosa è la Mastoplastica Additiva Pieve di Cento

mastoplastica additiva Pieve di Cento - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Pieve di Cento è l’intervento di chirurgia estetica per l'aumento del volume del seno ed il suo sollevamento.

 

Argomenti trattati
  1. Che cosa è
  2. Quando è indicata
  3. Quali sono le cause nella variazione del seno
  4. A che età effettuarla
  5. Le Protesi Mammarie
  6. La sicurezza delle protesi
  7. Quali forme di protesi esistono
  8. La visita pre-operatoria
  9. L'intervento
  10. I tempi di recupero
  11. Conclusioni

 

1. Che cosa è la Mastoplastica Additiva Pieve di Cento

mastoplastica additiva Pieve di Cento - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Pieve di Cento è un vero e proprio intervento chirurgico il cui obiettivo è quello di aumentare il volume del seno, e questo è possibile utilizzando protesi in gel di silicone. Gli effetti estetici sono immediatamente visibili subito dopo l’intervento, e si tratta pur sempre di una parte estetica del corpo femminile molto evidente e determinante per la silhouette del corpo. Tutti questi motivi determinano il grande successo di questo intervento di chirurgia estetica, che ne fanno uno dei più richiesti dalle donne.
E’ importante che le donne interessate a questa importante modifica del corpo si rivolgano a Chirurgi Estetici e Plastici di indubbia professionalità ed esperienza, come il Dr. Giovanni Urso.

2. Quando è indicato l’intervento di Mastoplastica Additiva Pieve di Cento

mastoplastica additiva Pieve di Cento - Dr. Urso

Questo particolare tipo di intervento chirurgico comporta l'aumento del volume del seno, con il suo modellamento in maniera naturale e quindi estetica.
E' solitamente consigliato dal Chirurgo Estetico nei seguenti casi:

• Seno troppo piccolo
• Dopo l'allattamento il seno ha perso volume
• Le mammelle sono diverse l’una dall’altra
• Variazione di volume e forma dopo un dimagrimento
• Perdita di volume e di tonicità del seno
• Svuotamento e rilassamento del seno
• Seno con volume diverso l’uno dall’altro (in questo caso si definisce asimmetria mammaria)
• Mammelle dalle forme o con proporzioni che non soddisfano la paziente
• Disagio fisico e psicologico

3. Quali sono le cause nella variazione dell’aspetto del seno?

mastoplastica additiva Pieve di Cento - Dr. Urso

A parte il disagio fisico e psicologico che può comportare un seno piccolo o non proporzionato, disagio che si riscontra solitamente nella prima adolescenza, ci sono cause ben specifiche da considerare.
Il seno può apparire più piccolo, svuotato o più rilassato principalmente dopo una gravidanza, come conseguenza dell’ allattamento, dopo forti ed importanti dimagrimenti o molto più semplicemente per l’avanzare del tempo.

4. A che età si può effettuare la Mastoplastica additiva Pieve di Cento

Il limite di età minima nella quale la paziente può sottoporsi a tale operazione è 18 anni, l’età quindi in cui il seno è completamente sviluppato. Mentre per il limite massimo di età per l’innesto delle protesi al seno, questo dipende dal grado di elasticità della cute e dlla sua stessa resistenza.

5. Le protesi mammarie in mastoplastica additiva - come sono fatte

mastoplastica additiva Pieve di Cento - Dr. Urso

Le protesi che oggi giorno vengono impiantante nel corso dell’operazione di aumento del volume del seno hanno lo spessore della parete particolarmente spesso, annullando in tal modo la possibilità di contrattura della capsula. La protesi del seno si presenta con un involucro spesso composto di silicone ruvido, con all’interno gel di silicone o di Idrogel, soluzione salina o altre sostanze, di altissima qualità. L’interno si presenta compatto con caratteristiche coesive molto elevate. Per tale motivo sono stati eliminati i rischi (già alquanto improbabili) di rottura delle protesi, come si diceva per le protesi di prima generazione.

6. Le protesi usate nella mastoplastica additiva Pieve di Cento ora sono sicure ed eterne

Le protesi di ultima generazione sono contraddistinte dalla assoluta sicurezza e dalla loro durata illimitata. Non è quindi più necessario effettuare sostituzioni programmate dopo un lungo lasso di tempo. L’unico motivo per la sostituzione riguarda le protesi di vecchia e vecchissima generazione.
Inoltre molti studi clinici hanno già ampiamente dimostrato la completa innocuità delle protesi. Inoltre le stesse protesi sono non oppongo resistenza visiva in caso di ecografia o mammografia.
In ultimo, ma assolutamente rilevante, le protesi al seno non interferiscono minimamente con l’allattamento del neonato.

7. Quali forme di protesi esistono

Oggi giorno l’offerta di protesi del seno è ampiamente diversificata. Le stesse aziende produttrici propongono nuove forme e nuove dimensioni al fine di adattare le protesi alla silhouette di ciascuna paziente. Possiamo quasi dire che la produzione è quasi personalizzata.
Per quanto riguarda le forme delle protesi, ad oggi sono presenti:

• la forma rotonda, diversificata in basso, medio ed alto profilo)
• la forma a goccia, chiamate anche protesi anatomiche

L’obiettivo principe è sempre lo stesso: aumentare il volume del seno certamente, ma mantenendo un effetto assolutamente naturale.

8. L'intervento di mastoplastica additiva Pieve di Cento - La visita pre-operatoria

mastoplastica additiva Pieve di Cento - Dr. Urso

Per procedere all’esecuzione dell’intervento, il Dr. Giovanni Urso incontra in una prima visita la paziente. E’ importante infatti conoscere le aspettative ed i desideri per proporre la soluzione migliore, adatta alla paziente stessa. Si tratta quindi di un colloquio in cui si prospettano soluzioni mirate ed assolutamente personalizzate, dove il Chirurgo mostra le protesi più idonee all’intervento sia in termini di forma che di dimensioni. Inoltre espone in sintesi le dinamiche dell’intervento ed i risultati di questo intervento. Vengono poi richiesti esami ed analisi specifiche per l’intervento, e fissato il giorno in cui eseguirlo.

9. L’intervento di mastoplastica additiva Pieve di Cento

Questo viene eseguito sempre presso strutture sanitarie abilitate e certificate, unitamente ad un Team di specialisti ed assistenti che affiancano l’attività chirurgica del Dottore.
Solitamente l’intervento viene effettuato in regime di anestesia generale, ed appunto per questo è necessaria la presenza di un anestesista per tutto il corso dell’operazione.
La durata media dell’intervento è generalmente di una ora e mezza, e viene eseguito in regime di day hospital.
Dopo che la paziente è sedata, il Chirurgo procede ad eseguire delle incisioni nella zona sottomammaria o periareolare. La posizione delle cicatrici consento di nasconderle facilmente. Infatti la cicatrice sottomammaria viene nascosta nel solco mammario, mentre la cicatrice che sarà presente nella zona della areola si nascoste facilmente per via della differenza di colore.

L'intevento (segue)

Il Chirurgo sceglie il tipo di incisione da eseguire e quindi la zona su cui intervenire, a seconda delle caratteristiche fisiche della persona e delle dimensioni della protesi scelta per l’innesto.
Il Chirurgo procede successivamente alla creazione di una tasca nella quale alloggerà la protesi, solitamente nella zona sottomuscolare e sottoghiandolare. Tale scelta determina il grande vantaggio di garantire un risultato più naturale ed armonico del seno. Le suture vengono effettuate con fili riassorbibili che pertanto non devono essere poi rimossi.
Al risveglio della paziente, a questa viene fatto indossare un reggiseno contenitivo che si consiglia di portare per un mese.

10. I tempi di recupero dopo la mastoplastica additiva Pieve di Cento
mastoplastica additiva Pieve di Cento - Dr. Urso

Dopo l’intervento è normale che le mammelle siano lievemente gonfie e ancora poco mobili. Questi effetti scompaiono nel giro di qualche settimana, ed il seno avrà un aspetto voluminoso ma naturale.
Se le protesi sono state posizionate sotto la ghiandola mammaria, i tempi di recupero sono brevi, in pratica qualche giorno. Se le protesi sono state inserite nella zona sotto muscolare, allora sono necessarie alcune settimane prima di praticare attività fisica.

11. Conclusioni sulla mastoplastica additiva Pieve di Cento

In conclusione, questo intervento è dedicato a tutte le donne che sono stanche di avere un seno piccolo, asimmetrico (quindi una mammella diversa dall'altra), flaccido e cadente. Per ritrovare la forma del seno perfetto, riaverlo tonico, voluminoso e più sodo, questa è certamente la soluzione migliore, e soprattutto definitiva.

Chiama subito! 338 829 7929

Dr. Giovanni Urso. Per appuntamenti, consulti e informazioni sulla tua bellezza!

Urso Chirurgia Estetica

Telefono:

Indirizzo:

via Andrea Costa, 160 - Bologna

Contattaci

Ti rispondiamo entro poche ore

Mastoplastica additiva Ozzano dell’Emilia

Mastoplastica Additiva Ozzano dell'Emilia

Con l'intervento al seno di Mastoplastica Additiva ora puoi avere un seno perfetto

Che cosa è la Mastoplastica Additiva Ozzano dell'Emilia

mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia è l’intervento di chirurgia estetica per l'aumento del volume del seno ed il suo sollevamento.

 

Argomenti trattati
  1. Che cosa è
  2. Quando è indicata
  3. Quali sono le cause nella variazione del seno
  4. A che età effettuarla
  5. Le Protesi Mammarie
  6. La sicurezza delle protesi
  7. Quali forme di protesi esistono
  8. La visita pre-operatoria
  9. L'intervento
  10. I tempi di recupero
  11. Conclusioni

 

1. Che cosa è la Mastoplastica Additiva Ozzano dell'Emilia

mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia - Dr. Urso

La mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia è un vero e proprio intervento chirurgico il cui obiettivo è quello di aumentare il volume del seno, e questo è possibile utilizzando protesi in gel di silicone. Gli effetti estetici sono immediatamente visibili subito dopo l’intervento, e si tratta pur sempre di una parte estetica del corpo femminile molto evidente e determinante per la silhouette del corpo. Tutti questi motivi determinano il grande successo di questo intervento di chirurgia estetica, che ne fanno uno dei più richiesti dalle donne.
E’ importante che le donne interessate a questa importante modifica del corpo si rivolgano a Chirurgi Estetici e Plastici di indubbia professionalità ed esperienza, come il Dr. Giovanni Urso.

2. Quando è indicato l’intervento di Mastoplastica Additiva Ozzano dell'Emilia

mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia - Dr. Urso

Questo particolare tipo di intervento chirurgico comporta l'aumento del volume del seno, con il suo modellamento in maniera naturale e quindi estetica.
E' solitamente consigliato dal Chirurgo Estetico nei seguenti casi:

• Seno troppo piccolo
• Dopo l'allattamento il seno ha perso volume
• Le mammelle sono diverse l’una dall’altra
• Variazione di volume e forma dopo un dimagrimento
• Perdita di volume e di tonicità del seno
• Svuotamento e rilassamento del seno
• Seno con volume diverso l’uno dall’altro (in questo caso si definisce asimmetria mammaria)
• Mammelle dalle forme o con proporzioni che non soddisfano la paziente
• Disagio fisico e psicologico

3. Quali sono le cause nella variazione dell’aspetto del seno?

mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia - Dr. Urso

A parte il disagio fisico e psicologico che può comportare un seno piccolo o non proporzionato, disagio che si riscontra solitamente nella prima adolescenza, ci sono cause ben specifiche da considerare.
Il seno può apparire più piccolo, svuotato o più rilassato principalmente dopo una gravidanza, come conseguenza dell’ allattamento, dopo forti ed importanti dimagrimenti o molto più semplicemente per l’avanzare del tempo.

4. A che età si può effettuare la Mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia

Il limite di età minima nella quale la paziente può sottoporsi a tale operazione è 18 anni, l’età quindi in cui il seno è completamente sviluppato. Mentre per il limite massimo di età per l’innesto delle protesi al seno, questo dipende dal grado di elasticità della cute e dlla sua stessa resistenza.

5. Le protesi mammarie in mastoplastica additiva - come sono fatte

mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia - Dr. Urso

Le protesi che oggi giorno vengono impiantante nel corso dell’operazione di aumento del volume del seno hanno lo spessore della parete particolarmente spesso, annullando in tal modo la possibilità di contrattura della capsula. La protesi del seno si presenta con un involucro spesso composto di silicone ruvido, con all’interno gel di silicone o di Idrogel, soluzione salina o altre sostanze, di altissima qualità. L’interno si presenta compatto con caratteristiche coesive molto elevate. Per tale motivo sono stati eliminati i rischi (già alquanto improbabili) di rottura delle protesi, come si diceva per le protesi di prima generazione.

6. Le protesi usate nella mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia ora sono sicure ed eterne

Le protesi di ultima generazione sono contraddistinte dalla assoluta sicurezza e dalla loro durata illimitata. Non è quindi più necessario effettuare sostituzioni programmate dopo un lungo lasso di tempo. L’unico motivo per la sostituzione riguarda le protesi di vecchia e vecchissima generazione.
Inoltre molti studi clinici hanno già ampiamente dimostrato la completa innocuità delle protesi. Inoltre le stesse protesi sono non oppongo resistenza visiva in caso di ecografia o mammografia.
In ultimo, ma assolutamente rilevante, le protesi al seno non interferiscono minimamente con l’allattamento del neonato.

7. Quali forme di protesi esistono

Oggi giorno l’offerta di protesi del seno è ampiamente diversificata. Le stesse aziende produttrici propongono nuove forme e nuove dimensioni al fine di adattare le protesi alla silhouette di ciascuna paziente. Possiamo quasi dire che la produzione è quasi personalizzata.
Per quanto riguarda le forme delle protesi, ad oggi sono presenti:

• la forma rotonda, diversificata in basso, medio ed alto profilo)
• la forma a goccia, chiamate anche protesi anatomiche

L’obiettivo principe è sempre lo stesso: aumentare il volume del seno certamente, ma mantenendo un effetto assolutamente naturale.

8. L'intervento di mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia - La visita pre-operatoria

mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia - Dr. Urso

Per procedere all’esecuzione dell’intervento, il Dr. Giovanni Urso incontra in una prima visita la paziente. E’ importante infatti conoscere le aspettative ed i desideri per proporre la soluzione migliore, adatta alla paziente stessa. Si tratta quindi di un colloquio in cui si prospettano soluzioni mirate ed assolutamente personalizzate, dove il Chirurgo mostra le protesi più idonee all’intervento sia in termini di forma che di dimensioni. Inoltre espone in sintesi le dinamiche dell’intervento ed i risultati di questo intervento. Vengono poi richiesti esami ed analisi specifiche per l’intervento, e fissato il giorno in cui eseguirlo.

9. L’intervento di mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia

Questo viene eseguito sempre presso strutture sanitarie abilitate e certificate, unitamente ad un Team di specialisti ed assistenti che affiancano l’attività chirurgica del Dottore.
Solitamente l’intervento viene effettuato in regime di anestesia generale, ed appunto per questo è necessaria la presenza di un anestesista per tutto il corso dell’operazione.
La durata media dell’intervento è generalmente di una ora e mezza, e viene eseguito in regime di day hospital.
Dopo che la paziente è sedata, il Chirurgo procede ad eseguire delle incisioni nella zona sottomammaria o periareolare. La posizione delle cicatrici consento di nasconderle facilmente. Infatti la cicatrice sottomammaria viene nascosta nel solco mammario, mentre la cicatrice che sarà presente nella zona della areola si nascoste facilmente per via della differenza di colore.

L'intevento (segue)

Il Chirurgo sceglie il tipo di incisione da eseguire e quindi la zona su cui intervenire, a seconda delle caratteristiche fisiche della persona e delle dimensioni della protesi scelta per l’innesto.
Il Chirurgo procede successivamente alla creazione di una tasca nella quale alloggerà la protesi, solitamente nella zona sottomuscolare e sottoghiandolare. Tale scelta determina il grande vantaggio di garantire un risultato più naturale ed armonico del seno. Le suture vengono effettuate con fili riassorbibili che pertanto non devono essere poi rimossi.
Al risveglio della paziente, a questa viene fatto indossare un reggiseno contenitivo che si consiglia di portare per un mese.

10. I tempi di recupero dopo la mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia
mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia - Dr. Urso

Dopo l’intervento è normale che le mammelle siano lievemente gonfie e ancora poco mobili. Questi effetti scompaiono nel giro di qualche settimana, ed il seno avrà un aspetto voluminoso ma naturale.
Se le protesi sono state posizionate sotto la ghiandola mammaria, i tempi di recupero sono brevi, in pratica qualche giorno. Se le protesi sono state inserite nella zona sotto muscolare, allora sono necessarie alcune settimane prima di praticare attività fisica.

11. Conclusioni sulla mastoplastica additiva Ozzano dell'Emilia

In conclusione, questo intervento è dedicato a tutte le donne che sono stanche di avere un seno piccolo, asimmetrico (quindi una mammella diversa dall'altra), flaccido e cadente. Per ritrovare la forma del seno perfetto, riaverlo tonico, voluminoso e più sodo, questa è certamente la soluzione migliore, e soprattutto definitiva.

Chiama subito! 338 829 7929

Dr. Giovanni Urso. Per appuntamenti, consulti e informazioni sulla tua bellezza!

Urso Chirurgia Estetica

Telefono:

Indirizzo:

via Andrea Costa, 160 - Bologna

Contattaci

Ti rispondiamo entro poche ore

Dr. Giovanni Urso - Medico Chirurgo Estetico
via Andrea Costa, 160 - Bologna - P.Iva IT 03794020374
Iscrizione Ordine dei Medici di Bologna: n. 11047 del 31.03.1987

Privacy Policy Cookie Policy Mappa del sito